Manuale del PartigianoZen

CAMBIAMENTO E R(i)ESISTENZA QUI E ORA

VOLER STAR BENE FA MALE

stanchezza

L’enfasi posta sulla ricerca del benessere, in Occidente ha qualcosa di patologico e pericoloso.
Innanzitutto i tentativi e gli sforzi per stare bene sono spesso frammentati, parziali, contraddittori, spesso ridicoli.

Da una parte vai a fare cyclette in palestra fissando il muro, dall’altra prendi la macchina e guidi nel traffico incazzato solo per andare a fare colazione al bar.
Vai a farti fare un massaggio rigenerante nel centro benessere e poi non permetti a tuo figlio di abbracciarti.
Mangi macrobiotico ma poi inquini il tuo spazio psicologico giudicando e avversando quelli che non la pensano come te.

Sono solo esempi per dire che il benessere reale è il risultato di un equilibrio globale, e finchè non apri in modo olistico la tua visione farai dei tentativi per stare bene da una parte e poi starai male dall’altra.

E poi, quanto lo sudi questo benessere?
Quanto ti costa sforzarti per ottenere il benessere?
Non è che in tutta questo tentativo spasmodico di ricerca del benessere, si crea un ulteriore malessere?

Quanto malessere ci metti per ottenere il benessere?

I corsi legati al benessere sono in aumento, dato lo stato di disconnessione e tormento generale. C’è n’è un reale bisogno, ma, se sai guardare in profondità, ti accorgi che a volte in questa promessa di star bene, c’è qualcosa che non torna del tutto.
La prospettiva del benessere attrae gente che sta male e che pensa che qualcun altro possa offrire loro una soluzione.

Ma è la stessa idea di benessere che abbiamo in testa che deve essere smontata.

È giusto e naturale impegnarsi per modificare le situazioni di vita che non funzionano, cambiare alimentazione, farsi un massaggio, curarsi, praticare yoga, imparare a volersi bene.

Ma, se ti trovi nella lotta perenne per cambiare tutto quello che non va nella tua piccola vita, potresti stare male fino alla fine dei tuoi giorni.

Se nella tua idea di cambiamento c’è alla base il concetto di sforzo, di fatica, di giudizio, di senso di colpa, il vero cambiamento è già minato alla base.

Senza abbandono, autentica sincerità, amore e accettazione, ogni cambiamento si ripiega su se stesso.
Non puoi controllare tutto, le cose cambiano, il mondo è folle, e non c’è assoluta sicurezza di nulla.

Rilassati.

Non per portarti sfiga, ma è molto probabile che ci sia qualcosina che non andrà mai bene nella tua vita.
Magari riesci a cambiare questa cosa, ma poi sopraggiunge un altro problema. Forse ti liberi di un peso, ma poi c’è n’è un altro.
Allora se sei sempre lì a cercare con sforzo di raggiungere il benessere, perché ti sei messo in testa che il tuo obiettivo è quello di stare sempre bene e di raggiungere la felicità, il benessere si allontana sempre di più.

In realtà etichetti il dolore, la sofferenza, la solitudine, l’abbandono, l’imperfezione: le hai messe nel calderone delle cose negative che a te non dovrebbero accadere.
Le rifiuti, le separi, le spingi via; e queste tornano a trovarti, ma tu ti opponi perché tu vuoi il benessere, o la felicità, l’amore, un mondo diverso, l’illuminazione: insomma così come sei non vai bene.

Se sei intelligente fai un passo indietro.

Quando abbandoni la presa egoica sulla vita, starai bene anche senza il benessere.
Quando smetti di sforzarti di cambiare, cambi senza dover cambiare.

La felicità e la verità sono oltre l’idea di stare bene.

I casini rimangono, le situazioni problematiche andranno affrontate, i buchi emozionali andranno ascoltati. Ma quando ti lasci andare all’abbraccio totale di quello che c’è, senza l’aggressione mentale del voler cambiare, qualcosa inizia a cambiare da solo.

ANCHE EBOOK

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il maggio 5, 2013 da .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: